L'illusione svanisce sotto l'albero

Bene, dopo un bel filotto di risultati utili ecco che proprio quando ci aspettavamo il regalo di Natale (arrivare ancora più vicini agli odiati cugini e al 3° posto) ci piomba sulla testa Babbo Natale con tutta la slitta e le renne.

Cosa ci dice il 4-2 subito dalla Roma? Che ok, delle toppe sono state messe (abbiamo trovato un discreto terzino sinistro in Constant, un babyfenomeno nel faraone, una grande promessa in De Sciglio) ma la difesa è troppo incostante (Yepes è un buon rincalzo, non può essere un titolare inamovibile) ed a centrocampo manca qualità (Emanuelson è indispensabile, offre tecnica e corsa, Allegri lo capisci?).

Tutto questo per dire che, svanita l'illusione, ci aspettiamo qulache bel regalo sotto l'labero o magari nella calza della Befana: basta promesse ed enfasi da bilanci in attivo. Seve un uomo per reparto: un centravanti, un mediano di qualità (non può essere il solo Muntari il nome "nuovo" del centrocampo) ed un difensore centrale più che affidabile.

Ma soprattutto, quello che mi aspetto è la cessione di Pato, un giocatore che, negli utlimi due anni, si è dimostrato utile per la squadra come un posacenere per un non-fumatore. Di lui si ricordano solo i balletti di Ai se eu te pego sul campo di Milanello con Robinho e Michel Telò, le foto nella sauna in settimana bianca e altrettanti scatti con vip vari ed eventuali nei ristoranti della Milano da bere. Un giocatore che, dopo un gol con l'Anderlechet a porta vuota (ricordo ai male informati che in questa mezza stagione lo Strap-papero ha segnato la bellezza di 2 goals), ha avuto il barbaro coraggio di lamentarsi dello scarso impiego in campo (ma, cazzo, hai avuto 17 infortuni in due anni: te lo sei scordato?) minacciando l'arrivo del suo procuratore in sede. Invece prima del procuratore, sono arrivati come di consueto l'ortopedico ed il fiosioterapista. I tifosi, dal canto loro, non hanno tardato a ribattere:

In conclusione il primo bel regalo che questa dirigenza possa farci per questo Natale è quello di mettere lo strappato bimbominkia dal cuore tenero su un aereo per il Brasile ma (mi raccomando!) con un biglietto di sola andata.

  • notizia inserita il 23/12/2012

  • a 1 persone piace questo elemento
  • 0 commenti in questo elemento

Inserisci Commento